blasphemousrecords

Switch to desktop Register Login

CJ SLEEZ-Play it loud

La label nostrana fondata da Morgan Lacroix e Terry Horn dei Mandragora Scream torna nel sempre più caotico – e per qualcuno defunto – music business mettendo sotto contratto questa band canadese. Se in patria i CJ Sleez riscuotono un discreto successo, nel resto dell’Europa il loro nome fatica ad emergere, forse anche a causa di una pessima distribuzione dei vecchi album, indissolubilmente legata ai circuiti underground. Il presente “Play It Loud” non è nient’altro che una raccolta contenente alcuni brani estratti dai precedenti studio album, ideale per diffondere il provocatorio verbo predicato dall’irriverente ed omonima ex modella. I Nostri propongono un fragoroso mix tra punk, sguaiato rock’n’roll e solidi richiami foxcore, che rimandano alle sonorità brutali provenienti da Seattle nei primi anni ’90. Provate dunque ad immaginare un’estenuante jam session tra L7, MC5 e primi Hellacopters (quelli di “Supershitty To The Max”, per intenderci) ed il gioco è fatto. Sebbene non facciano gridare al miracolo, le composizioni risultano piuttosto godibili e funzionali alla voce graffiante della frontwoman, che, oltre ad un indubbio fascino, dimostra di possedere un’ugola di carta vetrata. La produzione volutamente lo-fi, ma affatto caotica, permette di mantenere inalterato il mood aggressivo e grezzo dei brani. Tra i dieci episodi qui presenti, spicca l’opener “Back To Nowhere” che, pur assestandosi su tempi elevati, risulta sufficientemente accattivante nel ritornello, così come “In The City”, probabilmente il vero highlight del lavoro. Trattasi di un vincente midtempo, nel quale melodia e adrenalina convivono in maniera passionale. I nostalgici del movimento ‘riot grrrl’ troveranno pane per i propri denti in “Lonestar” e “Gutter Dolls”, episodi dai quali trasuda indubbiamente la devozione della band nei confronti di un certo modo di fare rock. Giunti alla fine di questa breve ma intensa raccolta, rimaniamo in attesa di ascoltare un nuovo album di inediti e – perché no? – di vedere CJ Sleez e brutta compagnia in Italia sulle assi di un palco. Magari con un buon bicchiere di whiskey in mano…

2016 All rights reserved Blasphemous Records

Top Desktop version